Venerdì 3 novembre ore 18:

“La cura del ferro”

Per muovere merci e persone rinnovando le ferrovie nel territorio in alternativa al trasporto su gomma, abbattendo il traffico automobilistico e rilanciando l’economia attraverso le infrastrutture ferroviarie di valico.

Proposte presentate da

GIORGIO AJASSA e DARIO ZUCCHELLI

È possibile intervenire rinnovando e rilanciando le ferrovie nel territorio intorno a Savona che oggi sono all’abbandono, per ripristinare i collegamenti tra il porto, Genova, l’entroterra (Piemonte, Lombardia, Svizzera, Est Europa) ed ad ovest col confine francese, per la mobilità turistica, abbattendo il traffico automobilistico urbano ed extraurbano, l’inquinamento e gli incidenti stradali e, soprattutto, per dare una soluzione alla depressione economica e alla mancanza di lavoro attraverso il rilancio delle infrastrutture ferroviarie di valico (analogamente a quel che si è fatto e si fa oggi a Genova e a La Spezia).

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi