Babbo Natale in libreria Mercoledì 13 dicembre dalle ore 15 in poi:

“Santa Claus alla Ubik !!”

Il vero Babbo Natale in libreria per Santa Lucia

regalerà abbracci e messaggi di pace a tutti i bambini…

In collaborazione con il TIMOTEOTEATRO

Studiosi provenienti da varie parti del mondo hanno confermato: è proprio lui!!! Passeggiava con la figliola in Corso Italia in una piccola cittadina chiamata Savona (Italia) davanti a una libreria. Dopo aver curiosato si sistemava all’interno. Nelle valigie l’ambientazione magica di Rovaniemi, la casa di Santa Claus al Circolo Polare Artico in Lapponia.

Per tutto il pomeriggio regalerà abbracci e messaggi di pace a tutti…

Sabato 4 novembre ore 16,30:

incontro con il

MAGO GENTILE

e presentazione del libro

“Il Grande kit dell’illusionismo”

Scuola Di Magia

(Lisciani)

Per tutti i bambini dai 7 ai 107 anni…!!

Alla Ubik per grandi e piccini uno dei più grandi maghi in circolazione, Mago Gentile, un artista che utilizza la magia come forma di spettacolo e come professione (vincitore nel 2000 del Trofeo Nazionale per la Magia). Tra le innumerevoli apparizioni televisive spiccano Cominciamo Bene (RAI 3), Zecchino D’Oro (RAI 1), Piazza Grande (RAI 2), Domenica In (RAI 1), Scalo 76 (RAI 2), Disney Club (RAI 2), Sogni (RAI 1), Gt Ragazzi (RAI 3), Paperissima (CANALE 5), Scherzi a parte (CANALE 5) e molte altre.

In libreria presenterà “Il Grande kit dell’illusionismo”, un grande kit con decine e decine di trucchi stupefacenti e originali, per creare grandi illusioni e lasciare tutti a bocca aperta. Grazie al Mago Gentile, tutto diventa facile da fare per una magia ancora più grande!

Giovedì 5 ottobre ore 21 Nuovo Filmstudio alle Officine Solimano:

Proiezione  del  film

“Domani.

Le risposte per il nostro futuro”

Primo di un ciclo di 3 film su economia, ambiente, società, stili di vita: percorsi reali di cambiamento per provare a risolvere le tanti crisi del nostro tempo.

Introduce LUIGI GIORGIO.

A cura del GASSA Gruppo Acquisto Solidale Savona,

in collaborazione con la UBIK

Ingresso libero

La povertà diffusa e l’incapacità di risolvere le tante crisi che investono l’umanità sono due dei problemi che più inquietano il nostro tempo.

Le soluzioni sembrano impossibili da trovare o da applicare. Per cambiare, la mobilitazione deve essere pubblica, multiculturale e internazionale. E per cambiare, abbiamo bisogno di un sogno in grado di guidare le nostre scelte e stimolare la nostra creatività, prima che accada qualcosa di irreversibile.

Il film è un emozionante e stimolante viaggio intorno al mondo alla ricerca di soluzioni efficaci per dimostrare che un domani migliore è possibile. Partendo dagli esperimenti più riusciti nei campi di agricoltura, energia, urbanistica, economia, democrazia e istruzione, i registi Cyril Dion e Mélanie Laurent propongono un nuovo futuro per noi e per i nostri figli.

Giovedì 12 ottobre ore 21

Nuovo Filmstudio alle Officine Solimano:

Proiezione  del  film

“I nostri figli ci accuseranno”

Secondo di un ciclo di 3 film su economia, ambiente, società, stili di vita: percorsi reali di cambiamento per provare a risolvere le tanti crisi del nostro tempo.

Introduce LUIGI GIORGIO.

A cura del GASSA Gruppo Acquisto Solidale Savona,

in collaborazione con la UBIK

Ingresso libero

Ogni anno in Europa muoiono oltre centomila bambini per malattie causate dall’ambiente. Un documentario che denuncia senza mezzi termini lo spropositato uso di sostanze chimiche in agricoltura e nella preparazione dei cibi. Partendo da una lotta effettuata dal Sindaco di una piccola comunità di montagna francese per far in modo che le mense scolastiche potessero garantire ai ragazzi alimenti organici, il film prende in considerazione tutto lo scottante problema dell’inquinamento e della qualità di cosa portiamo sulle nostre tavola.

Se non si prendono in considerazione efficaci misure che aumentino il ritorno al cibo naturale e a coltivazioni biologiche, il processo sarà irreversibile e le generazioni future non potranno perdonare il fatto che noi contemporanei non abbiamo fatto nulla per invertire la tendenza. Una chiara indicazione della strada che oggi è già possibile percorrere per riappropriarci della qualità del nostro cibo e del nostro benessere.

Venerdì 13 ottobre dalle ore 17:

“Il Processo di Savona”

Incontro in occasione dell’anniversario dei 90 anni dallo storico Processo del 1927 (l’ultimo con giudici ordinari per reati politici) contro gli imputati Pertini, Turati, Parri e i fratelli Rosselli.

Visione del film inedito “Il Processo di Savona”

di Vico Faggi del 1966.  Esposizione in esclusiva del documento originale della sentenza del processo.

Partecipano GIUSEPPE MILAZZO storico e biografo di Sandro Pertini, VALERIO GENNARO nipote del Presidente del collegio giudicante Pasquale Sarno.

A cura di ISREC, ANPI e UBIK

Il giorno seguente, sabato, 14 ottobre dalle ore 15 in Piazza Sisto IV: “Corteo antifascista”

Sono passati 90 anni dal “processo di Savona”, dopo la fuga all’estero di Filippo Turati. Una fuga organizzata da Sandro Pertini, Ferruccio Parri, Carlo Rosselli e un altro gruppo di oppositori del fascismo, rinviati a giudizio con l’accusa di clandestinità, determinata da motivi politici.

Il processo fu istruito in breve tempo presso il Tribunale di Savona, quel Palazzo Santa Chiara dove trovò in seguito sede la Questura. Fu l’ultima volta in Italia che gli imputati si trovarono di fronte magistrati ordinari, fu la prima volta in cui il regime fascista venne sconfitto da una condanna lieve, la prima volta in cui Sandro Pertini, fino a allora giovane e irruente avvocato che sfidava gli uomini in camicia nera nella sua città, diventa un protagonista nazionale della Resistenza, uno dei nemici pubblici più odiati dal regime.

Dal 9 al 13 settembre si svolse il processo. Si teneva in un clima teso incupito dalla reintroduzione della pena di morte per reati politici, ma allo stesso tempo sorprendente per la prova di indipendenza ed autonomia che diedero i giudici. Il pubblico ministero chiese 10 anni di carcere, la corte li condannerà a soltanto 10 mesi di carcere.

Fuori da Palazzo Santa Chiara centinaia di savonesi aspettarono il verdetto e applaudirono sotto gli sguardi dei fascisti. I quali si vendicheranno presto, uccidendo i fratelli Rosselli, istituendo i Tribunali speciali. Ma non riusciranno a domare mai né Sandro Pertini, né la gente di Savona, città che ebbe il “record” di condanne proprio dal Tribunale speciale.

Sabato 14 ottobre ore 16,30:

“L’Angolo delle Arti racconta Pinocchio”

Lettura animata dedicata alla famosa fiaba, laboratorio di disegno e pittura per bambini dai 5 ai 10 anni, e presentazione dei corsi

Alla Ubik letture e laboratorio creativo dedicato alla fiaba di Pinocchio.

“L’Angolo delle Arti”, studio che da anni promuove l’arte come mezzo per l’espressione di sé, quest’autunno avvierà nuovi percorsi per sviluppare la creatività e manualità dei più piccini. Oltre ai già conosciuti corsi di disegno per adulti e bambini quest’anno lo studio di corso Ricci 39r propone laboratori creativi e corsi di recitazione e scenografia.

Per informazioni: 338.28.23.661 – www.langolodellearti.it

Giovedì 26 ottobre ore 21 Nuovo Filmstudio alle Officine Solimano:

Proiezione  del  film

“Con i piedi per terra.

In viaggio con i contadini italiani tra agricoltura sostenibile e senso di appartenenza alla terra”.

Terzo di un ciclo di 3 film su economia, ambiente, società, stili di vita: percorsi reali di cambiamento per provare a risolvere le tanti crisi del nostro tempo.

Introduce LUIGI GIORGIO

A cura del GASSA Gruppo Acquisto Solidale Savona,

in collaborazione con la UBIK

Ingresso libero

Nelle campagne italiane esistono persone che hanno scelto di radicarsi sul territorio per coltivarlo in maniera autonoma, efficiente, rispettosa dell’ambiente.  Sembra una favola sbarazzarsi dei metodi agroindustriali eppure oggi in Italia c’è chi vive questa favola tutti i giorni. Chi sono? Come fanno reddito? Quali tecniche adottano? E perché il loro lavoro è necessario?

Nell’autunno 2015 iniziano le riprese di questo documentario indipendente, durante un viaggio per l’Italia intrapreso per intervistare contadini, ricercatori, medici e docenti universitari. Compiuto con lo spirito della ricerca, è un’indagine realizzata riprendendo in presa diretta le attività quotidiane nei campi, nei boschi, nelle case e nei mercati, raccontando attraverso decine di storie personali come fare reddito in maniera sostenibile, onorando il senso di appartenenza al territorio e la cultura dei saperi millenari.

Sabato 27 maggio dalle ore 15 alle 18 davanti alla Ubik

“Giornata nazionale dell’antifascismo”
Con musica, canti, letture e mostre.
A cura dell’ANPI Associazione Partigiani di Savona.

Incontro pubblico e all’aperto (in contemporanea in tutta Italia) per sostenere i valori odierni dell’antifascismo, una riflessione ed un impegno doveroso e concreto contro tutti i neofascismi e i razzismi che riaffiorano in Europa.

Venerdì 5 maggio ore 18:

incontro con il Portavoce del Movimento non violento palestinese a sud di Hebron in Palestina HAFEZ HURAINI

A cura dell’Associazione Operazione Colomba, Corpo nonviolento di pace dell’Associazione Papa Giovanni XXIII

Alle ore 19,30 cena di autofinanziamento con l’autore alla SMS Cantagalletto a 15 euro. Per prenotazioni: 349 3261169

Quando era bambino, i soldati israeliani sono entrati in casa di Hafez e hanno arrestato senza motivo suo fratello. La prima reazione era quella della vendetta, ma sua mamma Fatima gli ha detto: “dobbiamo interrompere questa spirale di violenza. Hafez, tu hai il compito di trovare un nuovo modo per resistere…”

Hafez vive a At-Tuwani, a sud di Hebron, in Cisgiordania, un villaggio di pastori palestinesi che ha deciso di resistere con nonviolenza alle provocazioni dei coloni e alle ingiustizie che subiscono dall’esercito israeliano. Quando l’esercito demolisce una casa del villaggio, tutti insieme la ricostruiscono. Quando i coloni tagliano degli ulivi, tutti insieme né piantano altri.

Oggi Hafez è il leader del Comitato Popolare di Resistenza Nonviolenta delle colline a sud di Hebron.

L’incontro alla Ubik e la “Pacena” (la cena successiva alla Società di Cantagalletto) saranno dedicati al progetto aperto in Palestina, dove Operazione Colomba, dopo un anno nel sud della Striscia di Gaza, è impegnata fin dal 2004 in una presenza fissa a sostegno delle comunità palestinesi private ingiustamente e con “forza” delle proprie terre dalle autorità israeliane.