Sabato 6 aprile ore 18: “Il Ponte Silenzioso”

Una raccolta che dà voce alle emozioni vissute da tante persone nel crollo del Ponte Morandi

Presentazione del libro con la partecipazione di

VALENTINA D’AMORA e NADIA PORFIDO

curatrici del progetto editoriale a scopo benefico il cui ricavato verrà devoluto al progetto per l’infanzia “Un Villaggio per Crescere” per la ValPolcevera luogo del disastro

Introduce RENATA BARBERIS

Si tratta di un libro che dà voce alle emozioni, dopo il crollo del Ponte Morandi. Un modo per mantenere viva la preziosa memoria di quei giorni, restituendo un ruolo a chi ha vissuto direttamente questa tragedia: sopravvissuti, sfollati, soccorritori, ma anche i semplici abitanti della Valpolcevera e non solo, a partire dai più piccoli: i bambini delle scuole, su come hanno affrontato insieme a inizio scuola l’esperienza traumatica del crollo, sui loro disegni del ponte. La storia di momenti, attimi, alternando dolore, angoscia e rabbia, con il bisogno di essere insieme e di sentirsi partecipi per far ripartire il domani.

Tutti noi, persino molti bambini ricorderanno quello che stavano facendo in quel momento. Questo accade perché le tragedie hanno il potere di fissare la memoria. E ciò che rende l’incredibile è l’essere stati così vicini all’imponderabile, perché tutti noi abbiamo percorso quel ponte per decenni, ogni settimana, spesso più volte al giorno, alcuni di noi persino pochi istanti prima. In breve siamo divenuti tutti esperti di stralli e tiranti, quasi a esorcizzare nel bisogno di spiegazioni razionali ciò che non è accettabile, non è logico, che non si riteneva possibile, eppure é accaduto.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi