Gli inediti del giovane PAVESE Giovedì 14 dicembre ore 18:

presentazione del libro

“Inediti”

Gli scritti inediti del giovane CESARE PAVESE

in vacanza a Celle Ligure

 (Galata edizioni)

Partecipano all’incontro

MARIAROSA MASOERO docente di Letteratura italiana presso l’Università di Torino, Direttore del Centro Studi su Cesare Pavese,

FELICE POZZO considerato fra i principali studiosi della vita e dell’opera di Emilio Salgari,

FABRIZIO CALZIA editore del libro.

Nell’agosto del 1922 un Cesare Pavese non ancora quattordicenne trascorre dodici giorni di vacanza al mare in un campo scout a Celle Ligure e affida a questo diario il resoconto dettagliato della sua avventura: tracce del futuro scrittore che di lì a breve (a cominciare dal successivo 1923) impugnerà la penna per comporre le sue prime opere.

Alla primavera dello stesso 1923 risale un poemetto finora inedito: Amore indiano, un “brufolo poetico” in terzine dantesche. Si tratta di un ulteriore documento di quel convinto e assiduo tirocinio poetico, con chiari riferimenti autobiografici e l’influenza degli autori letti e studiati a scuola (Dante in primis) e non (Salgari per l’appunto).

Mariarosa Masoero è docente di Letteratura italiana presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università di Torino. È direttore del Centro Studi “Guido Gozzano – Cesare Pavese”.

Felice Pozzo, classe 1945, è considerato fra i principali studiosi della vita e dell’opera di Emilio Salgari. Allo scrittore ha dedicato numerosi articoli, saggi, pubblicazioni, interventi a convegni, curatele di nuove edizioni e conferenze in Italia e all’Estero.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi