Lunedì 23 luglio  ore 21,15  – Celle Ligure TULLIO SOLENGHI

Lunedì 23 luglio  ore 21,15  Lungomare Colombo  – Celle Ligure:

incontro con l’attore

TULLIO SOLENGHI

e presentazione del libro

Bevi qualcosa, Pedro!

Più che un’autobiografia un’autotriografia

(Rai-Eri)

Introduce l’autore televisivo Felice Rossello

Colpi di scena, retroscena, scene madri, applausi a scena aperta: non manca nulla nel grande spettacolo che Tullio Solenghi costruisce per i lettori in questo libro divertente, intimo e corale, che parte dagli esordi al Teatro Stabile di Genova, attraversa gli anni migliori del cabaret milanese e i primi ingaggi da comico “solista”, rievoca la nascita del Trio che incoronerà di allori televisivi e teatrali lui, Anna Marchesini e Massimo Lopez. Entriamo, così, dietro le quinte di tournée trionfali a teatro e di una produzione complessa ed entusiasmante come “I promessi sposi”, record di ascolti con 14 milioni di telespettatori. Tra ricordi e personaggi, satira e dialoghi surreali, eventi drammatici e irresistibili inserti comici, un’autobiografia che si fa romanzo di un’avventura vissuta senza risparmiarsi, sul palcoscenico e fuori. Con il privilegio di poter fare dell’umorismo un mestiere, il più bello del mondo.

 

 

 

 

 

Mercoledì 25 luglio  ore 21,15  Piazza Concordia – Albissola Marina STEFANO ZECCHI

Mercoledì 25 luglio  ore 21,15  Piazza Concordia – Albissola Marina:

incontro con il filosofo e scrittore

STEFANO ZECCHI

e presentazione del libro

Paradiso Occidente.

La nostra decadenza e la seduzione della notte

(Mondadori)

Introduce Renata Barberis

“Occasum”, “terra della sera”, è questa la radice del termine “Occidente”, il suo senso profondo, nel quale sembra compiersi un destino ineluttabile. La grande filosofia del Novecento ha evocato questo destino come un inesorabile tramonto della nostra civiltà, un tramonto che, però, non ha mai conosciuto la notte, divenendo una lunga, interminabile decadenza. E tuttavia, questo Occidente in declino ha diffuso nel mondo i suoi modelli di vita, ha colonizzato senza essere colonizzatore: migliaia di persone, oggi, fuggono dalle proprie terre per venire a vivere da noi. Perché l’Occidente è visto come un paradiso: sarà anche mediocre, senza quelle tensioni utopiche e quelle energie progettuali che un tempo ha conosciuto, ma chi si guarda intorno non trova di meglio di questo pur modesto paradiso. Ha senso salvarlo dalla notte in cui può definitivamente sprofondare la sua cultura? C’è ancora una bellezza che sia testimonianza della nostra umanità?

Venerdì 3 agosto  ore 21,15  – Celle Ligure GIOELE DIX

Venerdì 3 agosto  ore 21,15  Lungomare Colombo  – Celle Ligure:

incontro con l’attore e scrittore

GIOELE DIX

e presentazione del libro

“Dix libris.

La mia storia sentimentale della letteratura

(Rai-Eri)

Introduce Renata Barberis

Alcuni dei nostri migliori amici vivono allineati su uno scaffale, in casa nostra. Sono i libri, meravigliosi compagni capaci di mantenere più di quanto promettono. Sono i protagonisti di questa esplorazione di Gioele Dix tra i romanzi e le poesie che gli hanno cambiato la vita. Da Orwell a Brecht, da Groucho Marx a Szymborska, un piccolo canone personale che non ha la pretesa di essere autorevole, tantomeno l’illusione di essere esaustivo, ma vuole condividere esperienze di vita, scoperte fatte tra le righe, passioni divampate e mai spente. Per questo la sua storia minima della letteratura è autenticamente “sentimentale”: personale, appassionata e intrisa di una forma pura di amore, quella dell’uomo per il suo libro. È così, in fondo, che si trasmette il salvifico contagio chiamato “lettura”.

Sabato 4 agosto  ore 21,15  – Albissola Marina FLAVIO CAROLI

Sabato 4 agosto  ore 21,15  Piazza Concordia – Albissola Marina:

Lectio Magistralis dello storico dell’arte

 

dal titolo

 “L’arte italiana in quindici week end e mezzo

(Mondadori)

Flavio Caroli è uno storico dell’arte dalle indiscusse capacità narrative. In questo saggio che diventa un romanzo, dialoga con un’amica di lunga data accompagnandola per quindici weekend e mezzo alla scoperta di grandi artisti, monumenti universalmente noti e gioielli nascosti (scelti dopo una oculatissima scrematura) nei luoghi nevralgici dell’arte italiana. Passeggiando per le vie dei centri storici o raggiungendo musei fuoriporta, attraverso un racconto ricco di immagini e di  protagonisti, la felice penna di Caroli ci indica la via per comprendere appieno il patrimonio artistico del nostro paese, nella convinzione che i capolavori sono il riassunto dei pensieri più profondi di un’epoca storica, e costituiscono “l’apertura visionaria verso il tempo che verrà”.

Martedì 7 agosto  ore 21,15  – Celle Ligure ANDREA VITALI

Martedì 7 agosto  ore 21,15  Lungomare Colombo  – Celle Ligure:

incontro con lo scrittore

ANDREA VITALI

e presentazione del libro

“Nome d’arte Doris Brilli.

I casi del maresciallo Ernesto Maccadò

(Garzanti)

Introduce Renata Barberis

Con questo libro Andrea Vitali (scrittore tra i più prolifici e amati dal pubblico, vincitore di  numerosissimi premi letterari prestigiosi) inaugura una serie di romanzi che hanno per protagonista uno dei personaggi più apprezzati dai suoi lettori, il maresciallo Ernesto Maccadò, già presente nelle storie di maggior successo, raccontando i suoi esordi alla caserma di Bellano, e il suo faticoso acclimatarsi, non solo per via del tempo meteorologico.

La notte del 6 maggio 1928, i carabinieri di Porta Ticinese a Milano fermano due persone per schiamazzi notturni e rissa. Uno è studente universitario; interrogato, snocciola una lista di conoscenze che arriva fino al direttore del “Popolo d’Italia”, quel Mussolini fratello di…, per accreditare la sua versione, ovvero che è stato fatto oggetto di adescamento indesiderato. L’altra è una bella ragazza che, naturalmente, sostiene il contrario. Ma amicizie per farsi rispettare non ne ha…

Venerdì 10 agosto  ore 21,15 – Albissola Marina PINO CORRIAS

Venerdì 10 agosto  ore 21,15  Piazza Concordia – Albissola Marina:

incontro con il giornalista e scrittore

PINO CORRIAS

e presentazione del libro

Nostra incantevole Italia”

(Chiarelettere)

Introduce il giornalista Mimmo Lombezzi

Ci sono luoghi rimasti nella nostra memoria collettiva che hanno marchiato la storia di questo paese e quella di ciascuno di noi. Eventi a cavallo di più generazioni che, in una combinazione di tragedia e commedia, misteri e svelamenti, restituiscono il senso di quello che eravamo, che siamo, che saremo. Settant’anni di storia italiana da ritrovare e raccontare. La villa di Arcore, quella di Gelli e quella di Grillo raccontate da loro stessi, Ostia e l’ultima cena di Pasolini nella ricostruzione di Ninetto Davoli, Capaci e la cattura di Riina ricostruiti dal capitano Ultimo, i depistaggi di piazza Fontana, i morti di Lampedusa nella testimonianza dei pescatori, insieme ai drammi di Cogne, di Vermicino, del Vajont, dell’Aquila, ai rimpianti del Lingotto e del lavoro che fu, e all’eterno rito del teatro Ariston di Sanremo. Tutto si tiene, ciascuna storia ha un suo luogo e ha a che fare con il sangue, le miserie e i sentimenti della nostra vita.

Giovedì 16 agosto  ore 21,15  – Albissola Marina GABRIELLA GREISON

Giovedì 16 agosto  ore 21,15  Piazza Concordia – Albissola Marina:

la fisica e giornalista

GABRIELLA GREISON

recita lo spettacolo teatrale

“Monologo quantistico.

Il più grande ritrovo di cervelli che ha cambiato la storia della fisica”

Grazie al racconto umano delle vite di Einstein, Niels Bohr, Heisenberg, Schroedinger e i più grandi geni del XX Secolo, Gabriella Greison con un monologo avvincente e ricco di colpi di scena racconta i fatti più sconvolgenti che hanno creato la fisica quantistica, partendo da una fotografia datata 1927 e scattata a Bruxelles, dove c’è stato il più grande ritrovo di cervelli della storia: i più importanti fisici del mondo si sono trovati a Bruxelles per parlare, 17 erano o sarebbero poi diventati dei premi Nobel. Hanno passato insieme una settimana, al termine della quale hanno festeggiato con una cena, invitati dai sovrani del Belgio. La Greison ha ricostruito i dialoghi, i battibecchi, il carattere di ciascuno dei presenti.  Lo spettacolo ha girato tutta Italia e ha fatto il tutto esaurito nelle maggiori piazze.

 

Mercoledì 29 agosto ore 21,15 – Albissola Marina BRUNO GAMBAROTTA GIANNI FARINETTI MARGHERITA OGGERO ROBERTO CENTAZZO

Mercoledì 29 agosto ore 21,15 Piazza Concordia – Albissola Marina:

incontro con i giallisti

BRUNO GAMBAROTTA

GIANNI FARINETTI

MARGHERITA OGGERO

ROBERTO CENTAZZO

dal titolo

“Sfumature di giallo”

Introduce Renata Barberis

Come ogni anno riproponiamo la serata sulla grande stagione del noir italiano: quattro autori di spicco alla ricerca delle ragioni del successo di questo genere letterario, una camminata nel meraviglioso mondo dei crimini di carta per svelare dettagli, retroscena, modalità di scrittura e aneddoti. Una serata con chi, di mestiere, scava nelle profondità dell’animo umano per sviscerare i moventi che inducono a delinquere. Dalla viva voce di alcuni degli autori più amati dal pubblico sentiremo come si costruisce un giallo, cosa spinge a scrivere, quali ingredienti ha a disposizione uno scrittore. Partendo però da una caratteristica che li accomuna: spesso nelle loro opere le componenti “noir” restano di contorno o di sfondo, quasi delle sfumature che si innestano su un forte impianto narrativo dove prevalgono le storie dei personaggi, la loro intimità, i loro sentimenti, le loro debolezze. Una sorta di romanzo nel romanzo.

 

 

 

 

Venerdì 31 agosto ore 21,15 – Albissola Marina MASSIMO RECALCATI

Venerdì 31 agosto  ore 21,15  Piazza Concordia – Albissola Marina:

incontro con lo psicoanalista

MASSIMO RECALCATI

e presentazione del libro

“Contro il sacrificio.

Al di là del fantasma sacrificale 

(Raffaello Cortina)

Introduce Renata Barberis

Secondo Recalcati (tra i più noti psicoanalisti in Italia, direttore dell’Istituto di ricerca di psicoanalisi applicata, le cui numerose pubblicazioni sono tradotte in diverse lingue) la passione per il sacrificio è solo umana. Gli uomini non si sono limitati a sacrificare sull’altare animali offerti ai loro Dei, ma hanno sacrificato su quell’altare anche la loro vita. È il caso dell’uomo ipermorale che sacrifica il suo desiderio, o del martire del terrorismo che si immola per una Causa. In psicoanalisi questa è la Legge paradossale del Super-io: il sacrificio non è una semplice rinuncia al soddisfacimento ma una forma masochistica del soddisfacimento. La psicoanalisi si impegna invece a liberare la vita dal peso del sacrificio: la Legge è fatta per l’uomo e non l’uomo per la Legge.

Domenica 2 settembre ore 21,15 – Albissola M. MARCO DAMILANO

Domenica 2 settembre ore 21,15  Piazza Concordia – Albissola M.:

incontro con il giornalista e Direttore de L’Espresso

MARCO DAMILANO

e presentazione del libro

Un atomo di verità.

Aldo Moro e la fine della politica in Italia

(Feltrinelli)

Introduce Renata Barberis

“Datemi un milione di voti e toglietemi un atomo di verità e io sarò perdente”  (lettera di Aldo Moro).  Il sequestro di Moro ha segnato la fine di una generazione, la sua morte il tramonto della Repubblica. Con l’aiuto delle carte personali di Moro in gran parte rimaste inedite, il Direttore de L’Espresso Marco Damilano ha deciso di tornare a quell’istante di 50 anni fa, per indagare le traiettorie che, a partire da uno dei capitoli più cupi della storia italiana, si sono dispiegate fino a oggi. Dopo via Fani, secondo Damilano, comincia la lunga fine della Prima Repubblica: la dissoluzione della DC, la morte di Berlinguer, la caduta del Muro, Tangentopoli e la latitanza di Craxi, fino all’ultima stagione (inaugurata dalla sua metafora televisiva: il Grande Fratello) che arriva a Berlusconi, a Grillo e a Renzi: i protagonisti di una politica che da orizzonte di senso e di speranza si è fatta narcisismo e nichilismo, cedendo alla paura e alla rabbia.